giovedì 26 giugno 2008

A Fag Tut Mi (*)




“Il conformista
è uno che di solito sta sempre dalla parte giusta,
il conformista ha tutte le risposte belle chiare dentro la sua testa
è un concentrato di opinioni
che tiene sotto il braccio due o tre quotidiani
e quando ha voglia di pensare pensa per sentito dire
forse da buon opportunista
si adegua senza farci caso e vive nel suo paradiso.
Il conformista
è un uomo a tutto tondo che si muove senza consistenza,
il conformista s'allena a scivolare dentro il mare della maggioranza
è un animale assai comune
che vive di parole da conversazione
di notte sogna e vengon fuori i sogni di altri sognatori
il giorno esplode la sua festa
che è stare in pace con il mondo
e farsi largo galleggiando
il conformista. “

Giorgio Gaber – Il Conformista



Esiste! Ognuno di voi può trovare nel luogo più insolito uno scrigno prezioso: “l’amica/o onnisciente”, la dispensatrice di pareri ad hoc, la sua scienza è illimitata: politica, moda, sesso, malattie (specie le rare), costumi e società, lei dimostra di essere una tuttologa assoluta in ogni campo e sopratutto le ha vissute o viste tutte ("sti caz!").
In Cina per conoscere il proprio futuro ci si affidava a pratiche come l’oicomanzia (divinazione basata sull’osservazione della struttura di case o di città) o al libro dei mutamenti, oggi, per fortuna la genetica ha fatto progressi e ora possiamo affidarci alle nostre amiche/ci onniscienti.


Caratteristiche:
- è talmente curiosa che la Nasa la impiegherebbe come tester per gli esperimenti al posto dei topolini bianchi o delle scimmie;
- intona sempre i foulard o il trucco con il colore dei braccialetti e/o collane (insomma deve fare “pendant” con qualsiasi cosa le stia attorno);
- scambia gli abiti con i propri parenti (anche se indossano un’altra taglia);
- è insufficente nelle materie logiche: non ha imparato bene i sottoinsiemi matematici e ragiona solo per grandi insiemi (nero è uguale per tutti, non esiste differenza tra pakistano o afroamericano, chi si veste firmato è ricco, non esiste il: “mi mostro coi soldi ma ho un sacco di leasing”, ecc ecc);
- legge le notizie pubblicate, (forse con un pò di timidezza editoriale), in piccolo sui giornali (tipo le leggende metropolitane);
- racconta tutto a tutti collezionando anche parecchie gaffe;
- si stima di predire il futuro (ma attenti: preferisce farlo con le sfighe);
- vanta lontane discendenze nobiliari.



Cosa è inutile fare per sedarla:

- guardarla come un serial killer, si appassionerà ancora di più a voi ritenedovi portatori di misteri interessanti da svelare a tutto il vicinato (di scrivania o di casa), riterrà inoltre che voi siete adepti di qualche pratica sessuale strana o parte integrante di sette misconosciute;
- dimostrarsi dei leader (vi leccherà il culo in continuazione);
- dirle che ha un tono di voce troppo alto e che rischia di inquinare con le sue emissioni di parole quotidiane, ella, di fronte alla vostra critica, farà finta di non comprendervi o vi ruggirà contro scuotendo la chioma;
- dimostrarsi sue amiche, sarete oggetto di continue critiche dietro le vostre spalle.
- cercare di seminarla mentre camminate per strada, vi comparirà davanti tutta sorridente 1 km dopo (e vi chiederete se ha anche il dono del teletrasporto)!


Cosa è utile fare per tenerla a distanza:
- indossate accessori e vestiti non accompagnati (questo vale solo se la vostra onnisciente non è daltonica), oppure riempite il vostro ambiente con oggetti dai colori contrastanti (es. due sedie di colore diverso);
- inventatevi una vita sterile senza alcuna attrativa di gossip, (attenzione: intendo una vita scialba, vuota, perché se scorge un minimo di infelicità lei ci ricamerà sopra un romanzo), funziona molto bene la catena: casa-lavoro-dormita al massimo un giretto in spiaggia alla Domenica;
- dirle di avere un moroso cesso (di solito l’onnisciente è una ringalluzita di prima!);
- trasmetterle qualche malattia estetica, tipo herpes o roba simile. Una fashion woman non accetta certi difetti fisici;
- avere questo aspetto:




Come impiegarla:

- non volete dire direttamente una cosa a un’amica o al vostro capo perché siete timidi o per altre ragioni? Usale lei, vi confidate e in neanche dieci minuti tutti ne saranno a conoscenza. L'onnisciente è infallibile, quello/a che non doveva sapere sarà la prima/o a imparare la notizia.
- Quando vi sentite ignoranti e avete appena fatto una figura di merda, parlate con lei, vi consolerà con i suoi soliti luoghi comuni;
- sembra possa essere anche impiegata come scudo antisommossa nel caso di scontro armato (o come giubbotto antiproiettile) grazie a tutta la bigiotteria che indossa (non è ancora stato fatto il test di prova).

Gli altri impieghi utili li sto ancora testando…

Buona giornata!


--------
A Fag Tut Mi = espressione dialettale ferrarese,
significa "so tutto io".
--------


I Puffi versione Griffin

2 commenti:

Fra ha detto...

Puoi anche impiegarla come scudo antisommossa nel caso di scontro armato?!?! o dici che è un po' drastico? ;)
Fra

Gio ha detto...

@Fra: con tutti i gioielli che ha può fungere pure da giubbotto antiproiettile! Lo aggiungo subito.
Però va fatto il test!