lunedì 28 luglio 2008

In culo ai precari!




Le Poste Italiane hanno un problemino, oltre ai favolistici tassi d'interesse promessi ai risparmiatori. Le Poste sono in contenzioso con milioni di precari e forse saranno costrette ad assumerli, ma il Parlamento italiano ha pensato bene di correre loro in soccorso:

un decreto legislativo all'interno della manovra economica, permette grazie a uno speciale emendamento, la possibilità di bloccare il reintegro dei precari stabilito in tribunale dai giudici. La norma concernerebbe solo i processi in corso d'essere, non riguarderebbe il futuro (speriamo o siamo tutti fottuti).

Uno dei processi in corso d'essere è quello di Poste Italiane per dei contratti irregolari, in sostanza, il solito gioco di "ti offro un lavoro come collaboratore precario", ma sei un lavoratore subordinato, con meno diritti dei tuoi colleghi con il posto fisso...

Ecco il fantastico testo dell'emendamento (deve ancora passare l'esame del Senato):

"STOP AL REINTEGRO - Con la nuova norma il giudice dovrà limitarsi ad applicare all'azienda una sanzione di entità variabile tra le 2,5 e le 6 mensilità (la stessa prevista per le imprese al di sotto dei 15 dipendenti). Finora, invece, il giudice che riscontrava irregolarità sul ricorso ad uno o più contratti a termine, poteva obbligare il datore di lavoro a riammettere in servizio il lavoratore con un contratto a tempo indeterminato. Non sarà più così.
CONTRATTI A TERMINE DIVENTANO INFINITI - La nuova norma si dovrà applicare anche ai giudizi in corso all'entrata in vigore della legge. Stando così le cose, il datore di lavoro potrà effettuare una serie pressochè infinita di contratti a termine, rischiando al massimo una sanzione di importo pari a sei mensilità.
"
da: Corriere.it del 27 luglio 2008

Il governo disconosce la paternità di tale norma, come dichiarato dal Ministro Brunetta:
“L'emendamento sul lavoro atipico - spiega il ministro - è di origine parlamentare, quindi il Governo non c'entra”.
Io gli credo, il parlamento è così bravo ad andare d’amore e d’accordo per le questioni legate alle grandi aziende o agli uomini-impresa...
Il Presidente della Repubblica firmerà anche questo?



Lavoro precario e lavoro fisso - Gabriele la Porta




InPerfetto Equilibrio Precario

Nessun commento: