domenica 19 ottobre 2008

Ieri come oggi sono sempre i poveri a pagare




Ieri come oggi chi non riesce ad assicurarsi condizioni di vita decenti o umane nella propria terra cerca altrove orrizzonti migliori.
I clandestini se fossero ricchi e non bisognosi di un'esistenza più fortunata rifiuterebbero di lavorare sfruttati, mal pagati, senza sicurezza, per qualche lavoratore edile o impresa agricola.
Quasi sempre la loro condizione di clandestinità è oggetto di ricatto da parte di chi gli assicura un misero impiego in nero.

Nei Tg o quotidiani nazionali non si parla dei soprusi del mondo ricco su quello chiamato "terzo", al contrario, capeggia la paura della deliquenza, dello sporco, della violenza indissolubilmente legata a una parolina: clandestino o straniero!
Perchè i media spostano l'attenzione degli italiani sulle cause sbagliate?

Non è giusto generalizzare, trattare con razzismo o mettere all'indice chi non ha avuto (secondo i ragionamenti di certe teste) l'idea di passare il resto dei suoi anni nella propria patria.

Lo sbaglio è frutto di chi lascia la giustizia inefficiente di fronte agli abusi alimentando racket legati a droga, prostituzione, furto.
L'errore è anche semplicemente non punire con le sanzioni amministrative già esistenti il datore di lavoro disonesto.
La pecca è diffondere il razzismo con discorsetti generici e cattivi.

Non è colpa dei clandestini, loro sono poveri e non arrivano in Italia per delinquere.
Siamo noi per primi a dover amare il nostro paese e pretendere da LORO, i politici, decisioni migliori.

Quindi iniziamo con l'indignarci contro questi possibili decreti legge:



" Ddl proposto dalla Lega Nord: niente assistenza medica ai clandestini.
Non è tutto. L'emendamento leghista mira anche a eliminare la gratuita delle cure per gli stranieri. "
da Repubblica del 10 ottobre 2008

"Camera ha approvato, all' interno del pacchetto scuola, una mozione voluta dalla Lega che impegna il governo a «rivedere il sistema di accesso degli studenti stranieri alla scuola di ogni ordine e grado, favorendo il loro ingresso, previo superamento di test e specifiche prove di valutazione». In pratica, gli immigrati che non supereranno il test di ammissione dovranno frequentare classi separate"
da Repubblica del 15 ottobre 2008



Voglio chiudere questa giornata dissociandomi da Pietrangelo Massaro e Paolo Pollak, consiglieri comunali del PDL, perchè accusati di aver fatto il saluto fascista con il braccio teso venerdì, mentre Roma rendeva omaggio ai più di 1000 ebrei deportati nei campi di concentramento nazisti 65 anni fa.
Se ne sono accorti anche in Inghilterra di questa ennesima figuraccia: The Telegraph del 17 ottobre 2008.




"- Noi non siamo cristiani, - essi dicono, - Cristo si è fermato a Eboli -. Cristiano vuol dire, nel loro linguaggio, uomo: e la frase proverbiale che ho sentito tante volte ripetere, nelle loro bocche non è forse nulla più che l'espressione di uno sconsolato complesso di inferiorità. Noi non siamo cristiani, non siamo uomini, non siamo considerati come uomini, ma bestie, bestie da soma, e ancor meno che le bestie, i fruschi, i frusculicchi, che vivono la loro libera vita diabolica o angelica, perchè noi dobbiamo invece subire il mondo dei cristiani, che sono di là dell'orizzonte, e sopportarne il peso e il confronto."
Carlo Levi, Cristo si è fermato a Eboli.



- - - - - - - - - - - - - PREMIO - - - - - - - - -


Mi ricavo questo piccolo spazio personalissimo per dare un premio a Fra perchè è sempre presente con la sua fantasia, la sua amicizia e pure con la capacità di festeggiare golosamente ogni occasione!
Prendilo e giralo come vuoi ;)
Gio






8 commenti:

il Russo ha detto...

La cosa che mi fà impazzire è che la crisi delle banche colpisce tutti, soprattutto però quelli poveri e ceti medi che rischiano di impoverirsi, e chi aiutano tutti i governi per prime? Le banche!

Gio ha detto...

Poi ti dicono che lo fanno perchè senza di LORO (banche, industriali) noi andremmo in rovina!
E chi glielo dice??? Magari faremmo piazza pulita e istituiremmo al loro posto dei servizi migliori!
Poi non erano contrari al comunismo (intervento statale)?

Tristezza...

Fra ha detto...

Ciao Gio grazie per il premio è stupendo!
i provvedimenti sugli immigrati invece sono scandalosi...è di una stupidità allucinante creare cittadini di serie B...la ghettizzazione non aiuta l'integrazione, anzi rischia di creare delle sacche di malcontento che non fanno bene a nessuna società
Che paese orrendo che sta diventando l'Italia
Un bacio
Fra

Gio ha detto...

@Fra: è meritato ;)

stella ha detto...

Bel blog.

Sono venuta a conoscerti.

Gio ha detto...

Benvenuta Stella e grazie per la visita ^^

Stefania ha detto...

Bellissimo questo post, credo che ti citerò nel mio prossimo "italieni". Quanto vorrei che certa gente si mettesse nei panni dei clandestini e capisse che non lo fanno per scelta!

Gio ha detto...

Grazie Stefania, usa pure ciò che vuoi ^^
buona giornata
gio