giovedì 11 dicembre 2008

Costituzione supremo simbolo della dignità umana

- Johann Heinrich Fussli, "l'incubo" -


"Chiunque abbia potere è portato ad abusarne;
egli arriva sin dove non trova limiti.
Perché non si possa abusare del potere occorre che il potere arresti il potere"
Montesquieu, "Lo spirito delle leggi", 1748


Ci siamo. Morfeo non poteva materializzare un incubo peggiore.
Oggi Berlusconi si è dichiarato risoluto a modificare la Costituzione italiana verso la realizzazione di un potere maggiormente totalitario.

Tutto è cominciato quasi in sordina con dichiarazioni ufficiali dai toni discutibili agli organi mediatici, queste parole erano l'eco di una manovra preparata sin dai tempi di Craxi, un piano di nome P2, nient'altro che un cancro per la democrazia.

"In una democrazia liberale nessuno è al di sopra della legge, e dunque le sentenze si rispettano come si rispetta la presunzione d'innocenza degli imputati. In una democrazia liberale i giudici applicano la legge, non fanno politica e non fanno 'resistenza, resistenza, resistenza a chi è stato scelto dagli elettori per governare. In una democrazia liberale la magistratura liberale non si giudica da sè e non si autoassolve in ogni sede disciplinare, penale e civile così come avviene oggi in Italia. In una democrazia liberale chi governa per volontà sovrana degli elettori è giudicato, quando è in carica e dirige gli affari di Stato, solo dai suoi pari, dagli eletti del popolo, perchè la consuetudine e le leggi di immunità e garanzia lo mettono al riparo dal rischio della persecuzione politica per via giudiziaria". dichiarazione di Silvio Berlusconi - 29 gennaio 2003

Nell'elogio di taluna stampa sono state sedate le reazioni popolari adoperando una cattiva informazione a sfavore dei nostri diritti. Un velo mediatico occupato a oscurare le reali priorità della gente, si sdrammatizzava la questione del conflitto di interessi del Premier perche' era necessario concentrarsi sui magri stipendi degli italiani, finendo, in modo innegabile, a occultare il legame indissolubile tra i governanti "non etici" e la malaeconomia.

Nel silenzio delle coscienze di molti italiani sono scivolati provvedimenti come l'incolumità al Premier sotto processo, le accuse alla magistratura, l'uso della forza militare per imporre i siti di discarica nel sud Italia.

Ora, si attacca la carta fondamentale, la linfa della democrazia:
la Costituzione,
il nostro cordone ombellicale alla libertà!

"La Costituzione non può essere considerata un ostacolo alla riforma della giustizia. La Costituzione si può cambiare e poi l'ultima parola spetta ai cittadini. Ci sono due votazioni con 6 mesi di tempo l'una dall'altra poi a decidere se la riforma sarà giusta saranno i cittadini. Questa è la democrazia [...] Con questa opposizione non c'è possibilità di dialogare. non si può parlare con chi mi paragona ad Hitler, [...] Non mi siederò mai a un tavolo con codesti individui" dichiarazione di Silvio Berlusconi - 10 dicembre 2008

Scrive Ezio Mauro sulla proposta del Capo del Governo:
"Poiché per la semplice separazione delle carriere non è necessario toccare la carta costituzionale, diventa chiaro che l'obiettivo del premier è più ambizioso. O la modifica del principio previsto in Costituzione dell'obbligatorietà dell'azione penale, o la creazione di due Csm separati, uno per i magistrati giudicanti e uno per i pubblici ministeri, creando così un ordine autonomo che ha in mano la potestà della pubblica accusa, il comando della polizia giudiziaria e il potere di autocontrollo: e che sarà guidato nella sua iniziativa penale selettiva dai "consigli" e dagli indirizzi del governo o della maggioranza parlamentare, cioè sarà di fatto uno strumento della politica dominante."

Questo è l'apice del loro disegno, non può essere tollerato o peggio compreso grazie al digestivo della malainformazione e a una serie di provvedimenti "contentino" come la social card.
La Costituzione ci è stata donata con il sangue dei partigiani, la resistenza è stata il simbolo della dignità umana, della lotta e della certezza di essere degni di diritti di ugualianza e d'espressione.






"25 aprile 2008: Poveri Partigiani" di Ascanio Celestini

10 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

E' da un po' che diciamo che la libertà è minacciata. Non so cosa dovrà accadere per farlo capire a tutti.

Fra ha detto...

Nel momento in cui passa una qualsiasi variazione alla costituzione propasta dal nano malefico io lascio l'Italia e chi ancora lo sostiene se lo ciucci tutto

Ste ha detto...

Ero tanto contento che fra un po' torno in Italia... :'(
Ti odio nano maledetto!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Il problema è che si ricordano i morti ma non il motivo per il quale sono morti. Purtroppo l'italiano medio è addormentato.
Ciao mente persa, grazie dei commenti lasciati da me.
Un abbraccio.

il Russo ha detto...

Sai che gliene frega a Berlusconi dei partigiani...
Vediamo di essere noi i nuovi partigiani e di scendere in piazza domani contro sto governo fascista.

Punzy ha detto...

sono sempre più preoccupata. soprattutto dall'indifferenza con cui vengono accolte queste dichiarazioni da parte della gente

La Mente Persa ha detto...

@Daniele: alcuni dicono che i problemi sono altri, ma non capiscono il legame tra malgoverno e situzione economico-giuridica-finanziaria disastrosa per l'Italia?? E' importante votare bene, cavolo!

@Fra: poi mi adotti ;)

@Ste: io ti avevo avvertito ;)

@Schiavi: si, addormentato dalla malainformazione e occupato a coltivare il suo singolo orticello, ma sta per cadere un meteorite ed è ora di svegliarsi.
E' un piacere leggerti.
abbraccio

@Il Russo: io domani ci sarò in piazza, potrà venire il diluvio ma non mancherò!

@Punzy: pure io. Non reagiscono.

progvolution ha detto...

la maggioranza degli italiani non si può preoccupare della perdita di un testo stupendo come la nostra Costituzione.
Non se ne può preoccupare perchè:
a) non sa cos'è
b) sa cos'è, ma non l'ha letta
c) sa cos'è, l'ha letta, ma non ne ha capito l'importanza
d) sa cos'è, l'ha letta, ne ha capito l'importanza, ma ha fiducia in Berluska

tutti gli altri sono angosciati, ma sono solo quei quattro cretini che si sentono ancora a sinistra in questo paese sommerso da una cloaca detrorsa.fascista.liberal.clericale.xenofoba.ignorante.qualunquista

Se non si è capito sono deluso, amareggiato e sconfortato
Sussurri obliqui

♥gabrybabelle (^..^) ha detto...

Spero solo che "QUALCUNO"lo fermi e faccia presto-Oggi l'ennesima brutta cattiva notizia dal governo Americano-Obhama non si è ancora appalesato e gia' cominciato i bastoni fra le ruote da qui ad un altro stravolgimento economico il passo è breve e poi ci dicono di spendere sti mafiosi-Ciao Jo' scusa ma non ce l'ho fatta a mantenere quell'immagine sul blog,ogni volta che lo aprivo avevo il vomito capanna compresa,sorry ma sono incavoltissima ,scappooo mi chiamano!!gabrybabelle

La Mente Persa ha detto...

progvolution: hai descritto l'amara realtà.
Però è più forte di me la necessità di resistere, come per tanti altri.
Sai chi mi irrita di più?
il qualunquista tipo. Sono la maggior parte.
grazie per il bel commento.
gio

@Gabry: ciao Gabry, non ti preoccupare per l'immagine capisco benissimo che possa irritare ^^
abbraccio
gio