martedì 2 dicembre 2008

Sky e Mediaset - Murdoch e Berlusconi: la questione iva e il quarto potere



Questo post ha un incipit,
il seguente
discorso del Premier Berlusconi:

"Il raddoppio dell'Iva per gli abbonamenti alle pay-tv? «Danneggia anche Mediaset». Silvio Berlusconi risponde così alle polemiche sollevate dal provvedimento contenuto nel pacchetto anti-crisi (vale a dire la cancellazione delle agevolazioni e il conseguente aumento dal 10% al 20% dell'Iva per le emittenti a pagamento). [...] «la sinistra aveva dato un privilegio alle televisioni con gli abbonamenti, la sinistra aveva buoni rapporti con Sky. Noi abbiamo tolto un privilegio e portato il livello dell'Iva uguale per tutti e in questo modo abbiamo penalizzato anche Mediaset che sta facendo partire una tv con gli abbonamenti. Questo dimostra che la sinistra si è inventata il conflitto di interessi, oltretutto Mediaset non è concorrente di Sky che va sul satellite e ha altre regole»."


--Punto 1-- "è colpa della sinistra"
:
Ecco alcuni estratti dell'articolo "Berlu-Sky: la vera storia"
di Gomez e Lillo, (Espresso):

- "L'espresso" ha fatto una piccola inchiesta per ricostruire la vicenda dello sconto dell'Iva a Telepiù, il primo nome della tv a pagamento che fu fondata dal gruppo Fininvest per essere ceduta prima a una cordata di imprenditori amici, poi ai francesi di Canal Plus e infine nel 2002 a Murdoch che la denominerà con il nome del suo gruppo: Sky.
Si scopre così che l'Iva agevolata sugli abbonamenti della pay-tv italiana è stata un trattamento di favore risalente al 1991 fatto dal ministero retto dal socialista Rino Formica e dal governo Andreotti a Silvio Berlusconi in persona. Non solo: dietro questo favore, secondo la Procura di Milano, c'era persino stato un tentativo di corruzione.
Nel 1997 Il pubblico ministero Margherita Taddei chiese il rinvio a giudizio per Berlusconi. Lo chiese anche sulla base di un fax che fu trovato durante una perquisizione. La missiva era opera di Salvatore Sciascia, allora manager Fininvest e oggi parlamentare del Pdl nonostante una condanna definitiva in un altro procedimento per le mazzette pagate dal gruppo alle Fiamme Gialle. Nel fax, diretto a Silvio Berlusconi, Sciascia chiedeva di spingere per far nominare alla Corte dei Conti il dirigente del ministero delle Finanze Ludovico Verzellesi, meritevole perché in precedenza si era speso per fare ottenere l'agevolazione dell'Iva al 4 per cento per Telepiù. In pratica, secondo la ricostruzione dei magistrati, la raccomandazione era il ringraziamento di Fininvest per il trattamento ricevuto. [...]
L'innalzamento dal 4 all'attuale 10 per cento fu introdotto alla fine del 1995 nella legge finanziaria del Governo Dini. All'epoca i manager di Telepiù, scelti dal Cavaliere, salutarono così il provvedimento: «È l'ultimo atto di una campagna tesa a mettere in difficoltà la pay tv». [...] Effettivamente un ruolo dei comunisti ci fu. Ma a favore del Cavaliere.
Il Governo Dini voleva aumentare l'Iva fino al 19 per cento (come oggi vorrebbe fare Berlusconi) ma poi fu votato un emendamento di mediazione che fissò l'imposta al 10 per cento attuale. L'emendamento passò con il voto decisivo di Rifondazione Comunista: il suo leader dell'epoca, Fausto Bertinotti, in un ribaltamento dei ruoli che oggi appare surreale... [...] -



-- Punto 2 -- "danneggia anche Mediaset":

Premessa: Sky trasmette via satellite ed è una pay tv in abbonamento.
Mediaset trasmette in
pay per view attraverso il digitale terrestre,
offrendo pacchetti come l'amato "Premium Calcio".

Preciso queste due differenze per comprendere meglio, attraverso un articolo del Sole 24Ore , chi sarà svantaggiato dal provvedimento anticrisi del governo:

- Una "stangata" per Sky e un colpo anche a Mediaset e Ip Tv, la tv via Internet offerta da un operatore telefonico. [...] Il provvedimento prevede l'abolizione dell'Iva agevolata al 10% per la pay tv satellitare e via Internet e il loro rientro nell'Iva ordinaria al 20 per cento. Si trattava di una misura varata con la legge 507/95, che concedeva l'Iva agevolata agli abbonamenti per segnali criptati, poi precisata nel '97 a favore degli abbonamenti satellitari e via cavo. Sky non dà cifre ufficiali ma fonti attendibili stimano in circa 270 milioni di euro annui l'aggravio dovuto al raddoppio dell'Iva sui suoi abbonamenti. Tale misura potrebbe toccare la tv via Internet, ma solo parzialmente, perché i prodotti di Sky vengono fatturati dalla stessa Sky, senza aggravio per Fastweb o RossoAlice. Bisognerà capire se il raddoppio dell'Iva si applicherà o meno a servizi come il video-on-demand, ma non si tratta certo di grandi numeri.Quanto a Mediaset, i prodotti e i servizi in pay-per-view, ovvero acquistati con carte prepagata, hanno già l'Iva al 20 per cento. In ogni caso Mediaset ha diffuso una nota con la quale ha espresso disappunto per «l'inserimento all'interno del decreto anticrisi» della disposizione. I canali venduti con abbonamento mensile, come i tre Gallery e il Disney Channel, invece, venduti con l'Iva al 10%, potrebbero vedersela raddoppiata, anche se la misura del 1997 non menziona il digitale terrestre ma solo il satellite e il cavo. Bisognerà attendere i chiarimenti dei ministeri competenti. [...]-


Questo provvedimento anticrisi sfavorisce Sky di Rupert Murdoch concorrente di Mediaset e anche quella storia sulle colpe della sinistra sembra inventata a tavolino per fare propaganda e cattiva informazione...




Rupert Murdoch Says Obama Will Win

23 commenti:

@enio ha detto...

berlusconi mente e vuol favorire mediaset e il suo junior

XPX ha detto...

Provvedimento che non avrebbe nulla di scandaloso se non fosse fatto da uno in palese conflitto di interessi.

Fra ha detto...

Stai insinuando che il nano malefico stia facendo una manovra per rendere più competitivo il suo digitale terrestre?!?!? Ma nooo, perchè devi essere sempre così maliziosa...

..:: Symbian ::.. ha detto...

La cosa vergognosa è che un governo con un conflitto di interessi del genere non si può permettere di fare una manovra del genere.
IL SISTEMA E' MARCIO!!!

http://cristianbelcastro.blogspot.com/

ciao

Prefe ha detto...

quella della pay x view e pay tv la sapevo. Veramente scandalosi!

l'incarcerato ha detto...

Ma da sempre colpa alla sinistra? Ma poi quale? Quella che di proprosito non ha voluto fare una buona legge sul conflitto degli interessi?

Si, è anche colpa della sinistra se Berlusconi fa di nuovo le leggi per favorire la sua azienda....

La Mente Persa ha detto...

Si è anche colpa della sinistra se lui continua a fare tutto cio' che vuole!
gio

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

Quello che ho scritto su Freud e la religione vale anche per la moltitudine di verità dogmatiche che rassicurano la vita, plagiandola, di molte persone: Il berlusconismo. Violenza, soprusi, impunità, ignoranza, disonestà, inganni. Tutto invece resta normale: ed è questo che spaventa. La verità dogmatica che Berlusconi ha prodotto con le sue televisioni grazie al latitante Craxi.
Quello che sta facendo a sky non mi sorprende. E' un bandito salito al potere con corruzioni e abusi di ogni tipo. Questa è l'ennesima vergogna.

Ps: ti ho inserito tra i blog amici:-)

Marco

Stefania ha detto...

Bel post, molto informativo. Berlusconi come al solito riesce a manipolare l'oponione e far sembrare che non si stia facendo i cazzi suoi come sempre. Ma vi siete accorti che ultimamente infila un provvedimento per favorire le sue televisioni in decreti che non centrano un cavolo?

La Mente Persa ha detto...

@Marco: grazie:)
Ho paura anche io di questa "normalità" superficiale e fasulla.

@Stefania: il titolo Mediaset non gode ottima salute e lui si da una mano da solo!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Il conflitto di interessi qui è palese! Lo scandalo di una decisione come questa anche.

Berlusconi dice che ha tolto un privilegio.... ma l'IVA alla fine la paga l'abbonato e non Sky.

Melina2811 ha detto...

il conflitto di interessi danneggia ogni cosa che fa il Presidente del Consiglio, a mio parere farebbe bene a risolverlo come avviene in tutti gli stati deomicratici di cui solitamente parla quando effettua dei paragoni a lui convenienti. Maria

loris ha detto...

Più che l’episodio in se stesso vorrei provare a fare una riflessione un po più ampia sul problema dei media.
A metà anni 70 all’inizio dell’emittenza televisiva privata l’allora PCI era molto categorico sulla conservazione del monopolio di stato. La posizione di allora visti i risultati di oggi verrebbe da dire che fosse corretta considerando che le motivazioni erano proprio che uno attraverso un media poteva acquisire grosse fette di consenso. Corretta ma non percorribile in quanto l’emittenza privata come del resto altri grandi sistemi di comunicazione di massa (internet) non potevano subire un veto a priori . Da parte del PCI del tempo forse sarebbe stato preferibile fare uno sforzo per entrare in quei nuovi processi di comunicazione con il preciso compito che attraverso la conoscenza forse ci sarebbero state maggiori condizioni per dettare regole per un accesso plurale e democratico al sistema.
Ne avvertì l’importanza Craxi che nell’84 emanò il famoso decreto salva televisioni (mediaset naturalmente).
Lo scontro reale non fu e non è per la difesa o la messa in stato d’accusa di una azienda in quanto tale. La vera problematica era svolta per intero sull’appropriarsi, gestire e manipolare i principali strumenti di diffusione di una cultura di massa e quindi avere la capacità di manipolarla.
Gore Vidal imputa ai media Americani una delle principali responsabilità nella manipolazione dell’opinione pubblica in quella che è stata la vicenda del consenso raccolto da George Bush nel momento dell’escalation nei confronti dell’Iraq. Da quei stessi media Bush oggi con grande faccia tosta dice che si è fidato delle persone sbagliate (intervista alla ABC) travisando e stravolgendo nuovamente ragionamenti che farebbero inorridire un bambino per la loro semplicità. La vicenda SKY pertanto non mi turba più di tanto. Può essere un concorrente scomodo e soprattutto non di carattere commerciale.
Il problema non è il conflitto di interessi ,ma, la difesa della democrazia contro l’omologazione del pensiero, contro le false verità imposte dal potere.
Intorno al 1200 i monaci curavano le ferite con impacchi di sterco per fare uscire gli umori purulenti e secondo loro guarire. Oggi noi sappiamo quanto false fossero quelle teorie, ma loro detenevano il potere ecclesiastico la sua cultura e gli strumenti per la sua divulgazione. Ci sono voluti processi per eresia e stregoneria prima di arrivare alla medicina moderna.
Mi auguro che non ci siano altri roghi nella strada della difesa della libera circolazione della cultura e del sapere.

ps. scusa ma avevo erroneamente postato sul post precedente

La Mente Persa ha detto...

@Rockpoeta: guarda caso che Mediaset offre per Natale il pacchetto Premium per il calcio (rivale Sky).

@Maria: benvenuta :)
Mi sa che non siamo più in uno stato democratico ;)

La Mente Persa ha detto...

@Ciao Loris,
lo scontro non è contro il potere mediatico di Berlusconi come tu ben dici, ma per garantire una pluralità e una libertà nell'informazione.

Mi scandalizzo vedendo come il nostro Premier non metta un freno ai suoi interventi ad personam, questa è la ragione per cui ho prestato attenzione alla vicenda pay tv/pay per view.

Spero in un cambiamento a favore della libertà d'informazione derivante da un'opposizione governativa e non dai roghi o da una rivolta.
Speriamo ;)

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

Grazie Mille! Niente permessi, etica libertaria.:-)

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Le cose buone sono merito suo e le colpe sono sempre della sinistra.
Come mai
Ciao ti saluto Sisifo

♥gabrybabelle (^..^) ha detto...

ciao jo,come va? In primis scusa tanto se ultimamente non ti ho risposto e non sono passata,ma la mia latitanza sul web ha ragioni solide-sono latitante ultimamente perchè fra' le mille e piu'
in questo periodo sono incavoltaissima,anche per quello che i miei occhi stanno vedendo di persona e di conseguenza vivendo- ti chiedo scusa
per la latitanza ma questo periodo mi vede veramente impegnatissima e di conseguenza affaticata causa i molteplici impegni con la comunita' dei fraticelli francescani e altre onlus,
(trovi il banner sul blog)
Spero di essere piu presente prossimamente
un abbraccio gabrybabelle

Per la spystory Murdoch sky finivest oggi mediaset come sai è tutta da ridere,nessuno ha approfondito nulla della realta' debitoria (a suo tempo) delle pay tv del cavaliere
(tele piu 1 due e tre)
che facevano acqua da tutte le parti e come al solito con il culo che si ritrova il nano è riuscito a venderle nonostante i miliardi di debiti da li via via fino a murdoch,ma oggi lui "il nano è dimentico di cio"detto questo anche Wuolter doveva andarci con i piedi di piombo a fare la maratona contro il nano su questa storia,sapendo bene che è stato lui il vero "sgambettataore di prodi"non poteva certo aspettarsi da lui una spalla su cui piangere e cosi il nano volente o nolente ha avuto ragione anche grazie alle dichiarazioni di Prodi-Come dico sempre io "chi è causa del suo mal pianga se stesso" o meglio ancora NON pisciare controvento,perchè?semplice ti ritorna tutto addosso-Cosi oggi il nano ha avuto anche l'appoggio di Prodi,la sua vendetta fine contro chi voleva e ha preso il suo posto-Cio' non toglie che mediaset ovviamente ne avra' dei benefici se non altro perchè oggi pagano la stessa iva,la stessa gabella,che ricade suo consumatori,BLEHAAAAAAA!ciao jo,spero di farmi risentire prestissimo ma visti gli enormi impegni con i poverelli dei francescani ,sta diventando dura quasi non ho vita privata,un abbraccio gabrybabelle

il Russo ha detto...

E' sempre colpa della sinistra, a prescindere.

La Mente Persa ha detto...

@Sisifo: benvenuto :)

@Gabry: ciao Gabry, impegnatissima eh? :)
Ti aspettiamo tutti appena avrai fatto tutte le tue cose.
Abbraccio
gio

@Il Russo: ovvio, ha messo in ginocchio l'Italia!

Simone ha detto...

Se avessimo avuto una sinistra veramente di sinistra berlusconi non sarebbe più nell'orbita politica da almeno 10 anni!
Mente sapendo di mentire!

Oby ha detto...

Mamma mia quante baggianate che si leggono sui giornali italiani, il signor B a volte mi sembra davvero un grande intrattenitore di masse, il problema é che poi ci si ricorda anche che é il presidente del consiglio e quello che dice lo pensa veramente.

La Mente Persa ha detto...

@Oby: benvenuto :)
L'importante è sempre e comunque cercare di capire cosa ci circonda e farsi una propria opinione.