martedì 3 febbraio 2009

La ricetta di Maroni e il Trattato Italia-Libia


"I politici hanno una loro etica. Tutta loro. 
Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale." 
Woody Allen





Prima di lanciare un'appello per il trattato Italia-Libia, (vedi sotto), voglio chiedere scusa a tutti i clandestini per le parole scandalose di Roberto Maroni.
Il comportamento di quest'uomo è lontano anni luce da ogni mio concetto di dignità umana.



"Per contrastare l'immigrazione clandestina non bisogna essere buonisti ma cattivi, determinati, per affermare il rigore della legge",
 "Questi vengono perchè è facile arrivare e nessuno li caccia. Ma proprio per questo abbiamo deciso di cambiare musica".
02 febbraio 2009
Queste parole, sono la ricetta dell'immigrazione clandestina di Roberto Maroni






Questo è l' appello del blog 'Come un uomo sulle terra' e arriva su questo blog grazie al Russo:

Martedì 3 febbraio in Senato si aprirà la discussione sul Trattato Italia-Libia.
Abbiamo deciso di far sentire la nostra e la vostra voce lanciando l'appello qui allegato e mettendo in onda via web COME UN UOMO SULLA TERRA lunedì 2 febbraio e martedì 3febbraio sul sito del film. (http://comeunuomosullaterra.blogspot.com/)


Diffondete il più possibile tutto ciò.
E spedite l'appello via mail (con oggetto: TRATTATO ITALIA-LIBIA e DIRITTI UMANI) ai senatori (i cui indirizzi trovate quihttp://www.senato.it/leg/16/BGT
/Schede/Attsen/Sena.html) ed in particolare ail Presidente del Senato (schifani_r@posta.senato.it) e ai capigruppo (finocchiaro_a@posta.senato.it,
dalia_g@posta.senato.it, gasparri@tin.it , bricolo_f@posta.senato.it ,
belisario_f@posta.senato.it )

Grazie a tutti
Autori e produzione COME UN UOMO SULLA TERRA


Questo, invece, è il testo della petizione da inviare agli indirizzi sopra citati:

TRATTATO ITALIA-LIBIA

APPELLO AI SENATORI ITALIANI CONTRO LE DEPORTAZIONI E LE VIOLENZE A DANNO DEI MIGRANTI AFRICANI IN LIBIA

Il 3 febbraio si apre al Senato la discussione per l’approvazione del Trattato Italia-Libia.

Con questo appello vogliamo rilanciare la petizione contro le deportazioni dei migranti in Libia, promossa dagli autori del film COME UN UOMO SULLA TERRA e dall’osservatorio FORTRESS EUROPE ed oggi firmata già da oltre 2500 persone.

Nel Trattato Italia-Libia non è previsto per il governo di Gheddafi alcun obbligo concreto e verificabile di accoglienza, di tutela del diritto d’asilo, di rispetto della dignità umana: la Libia semplicemente li deve “fermare”, non importa come. Questa direzione non fa altro che confermare la riduzione dei migranti a “strumento politico” di cui poter liberamente predisporre. Gheddafi potrà continuare ad utilizzare i flussi di migranti come strumento di pressione per accrescere il suo potere contrattuale con l’Italia e l’Europa. I migranti, tra i quali vi sono anche molte donne e minori, continueranno a rischiare la vita, tanto nelle carceri, nei container e nei centri della polizia libica, quanto nel deserto e nel mare, che saranno spinti ancor più ad attraversare proprio a causa delle violenze da parte della polizia libica stessa.

In Libia si compiono continue violazioni dei diritti umani fondamentali: arresti indiscriminati, violenze, deportazioni di massa, torture, connivenze tra polizia e trafficanti. Ai migranti, molti dei quali in fuga da paesi in guerra o dittatoriali come Etiopia, Sudan, Eritrea, Somalia, non è garantito alcun diritto, a partire proprio da quelli di asilo e di protezione umanitaria, perché la Libia semplicemente non ha mai aderito alla Convenzione di Ginevra. Per questo alla Libia non può essere affidato con tanta noncuranza e superficialità il compito di “fermare i migranti”. Chiediamo pertanto che nella discussione al Senato sul Trattato si tenga presente quanto richiesto nella petizione, dove le centinaia di firmatari chiedono che Parlamento Italiano ed Europeo, insieme a Governo Italiano, CE e a UNHCR promuovano:

1. Una commissione di inchiesta internazionale e indipendente sulle modalità di controllo dei flussi migratori in Libia anche in seguito agli accordi bilaterali con il Governo Italiano.

2. L’avvio rapido, vista l’emergenza della situazione, di una missione internazionale umanitaria in Libia per verificare la condizione delle persone detenute nelle carceri e nei centri di detenzione per stranieri.

Invitiamo tutti gli italiani ed in particolare senatori e deputati, a vedere lunedì 2 febbraio alle 21.00, martedì 3 febbraio alle ore 9.30, 14.30 e 21.00 il film COME UN UOMO SULLA TERRA, che in questa delicata fase autori e produzione hanno deciso di mettere in onda via web sul sito del film:


http://comeunuomosullaterra.blogspot.com


Firmatari dell’appello:

Dario FoMarco PaoliniAscanio CelestiniFranca RameMarco Baliani, Gad Lerner, Emanuele CrialeseErri De LucaFelice Laudadio, Fausto Paravidino, Francesco Munzi, Goffredo Fofi, Francesca Comencini, Giuseppe Cederna, Luca Bigazzi, Maddalena Bolognini, Giorgio Gosetti, Gianfranco Pannone, Giovanni Piperno,Giovanna TavianiAlessandro Rizzo, Andrea Segre, Dagmawi Yimer, Riccardo Biadene, Stefano Liberti, Marco Carsetti, Alessandro Triulzi, Gabriele Del Grande, Igiaba Sciego ed altri 2500 firmatari da Italia, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, Tunisia, Marocco, Senegal, Mali e altri paesi.


Per informazioni e per firmare la petizione:http://comeunuomosullaterra.blogspot.com

16 commenti:

pia ha detto...

Il livello di Maroni è talmente basso che non è neppure in grado di capire che una nazione come gli USA ha faticato, sì, ad integrare la gente di colore, ma ne aveva bisogno per i lavori più umili e nel giro di pochi decenni uno di loro è addirittura diventato Presidente del paese...
Più chiaro di così!

Fra ha detto...

Maroni parla degnamente per il cognome che porta...stiamo cadendo veramente in basso!

Punzy ha detto...

avevo gia saputo di questa iniziativa; colgo l'occasione per dire che maroni e' quanto piu' distante da un essere umano si possa immaginare, privo di tatto e dicarita' cristiana

Pietro ha detto...

d'ora in poi sarà un crescendo. E' più facile parlare alla pancia delle persone quando in queste aumenta la fame...

andreacamporese ha detto...

Fatto, firmato e diffuso.
5 minuti in tutto, forse 10, ma penso ne sia valsa la pena, anche se so che tante persone cui ho mandato l'appello alzeranno gli occhi al cielo sospirando "le solite cose".
Ad ogni modo ho riportato anche io la notizia su Maroni e, forse passata un po' in sordina, anche quella di Medici Senza Frontiere che si sono (giustamente) opposti alla proposta della Lega sul fatto che i medici denuncino gli immigrati clandestini quando questi dovessero presentarsi in ospedale.
Sul mio blog trovate i link a MSF ed il testo della protesta.
Saluti

l'incarcerato ha detto...

La legge proposta dalla lega è criminale, non ci sono mezzi termini. Non bruciano vivi i clandestini ma saranno complici della loro morte se dovesse passare quella legge vergognosa, ma io spero nella coscienza dei medici.

Per quanto riguarda l'iniziativa, ho firmato subito l'appello.

La frase di Maroni è coerente con ilo suo partito, si dovrebbe vergognare.

♥gabrybabelle (^..^) ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
♥gabrybabelle (^..^) ha detto...

p.s.
per questa ragione,spesso e volentieri riporto sul mio blog,sui post,
sia i commenti che quelliricevuti,che quelli in risposta
per ricostruire bene la storia.

loris ha detto...

... con le ultime dichiarazioni credo che Maroni abbia perso ulteriormente la testa. I veri clandestini della nostra civiltà sono Maroni e la Lega.

La Mente Persa ha detto...

Ha ragione Loris, i clandestini della nostra civiltà dovrebbero essere Maroni con la sua bella compagnia del carroccio.

@Gabry: Anche io preferisco specificare certi dettagli nei commenti.
Lavorerò al post nei prossimi giorni, comunque di cinema ne sai tu più di me:)

Belle le tue foto :))))

♥gabrybabelle (^..^) ha detto...

Jo-
Ho eliminato il precedente commento:
Rileggendolo(da me) ho notato troppi errori di ortografia,uffffffff,
RISCRIVO!
In Topic:
Pensa Jo' come è strano il Web:
Io ho inserito(vista l'urgenza dei tempi ristretti)
l'appello che tu qui riporti,nell'ultimo post,
per due o tre ragioni:
1)Primo perchè in questo clima di violenza dettata dall'Xenefobia esportata a braccia sciolte NON solo dalla Lega ma anche dalla politica berlusconiana che l'ha abbracciata in pieno e la espande a piene mani,visto il maximun diktat che hanno i GIORNALI in gran parte in mano al nano e family stesso,con l'aggravante
(e la gente ci crede pure) che lui sia un liberale ,e semmai un domani qualcuno gli chiedesse ragione della sua politica lui da tal ominicchio qual'è potra' sempre far ricadere la colpa sui sui soci terzi,cioè la Lega stessa e Allenza Nazionale.(esattamente come i fascisti hanno sempre fatto per la politica xenofoba,OMOFOBA E RAZZISTA di Mussolini,dare le colpe solo a Hitler a cui si alleo' )
Da qui puoi capire bene lo scacchiere delle divisioni pensate a tavolino PER i vari Ministeri e Ministri
2)Detto cio' la seconda è che anche il Russo riportava questo appello e
3) terzo,ultimo ma non ultimo bensi' primo(1) è che io l'appello l'ho ricevuto direttamente dall'africa.via e@mail-
Spiego-
Ho tanti fratelli e sorelle ,alcuni sparsi per il mondo,fra di loro c'è ne uno ,si chiama Marcello che da oltre un anno è mezzo vive e lavora li,o meglio fa parte dell'Onlus MeDici senza frontiere,lui non è medico ma Architetto e i suoi progetti servono per la costruzione dei capannoni,di cui era specialista qui in Italia(emergenze di vario genere ma anche capannoni industriali)
e li la sua opera serve propio per la costruzione dei vari Ospedali e/o piccole realta' che servono e serviranno a tale scopo-(La moglie è qui e coordina molte delle opere per i poveri in Lombardia)
Questo non l'ho scritto sul post,è quasi una buona norma per me,spiegare (a chi interessa,ovvio)
le cose sui commenti o sulle e@mail piuttosto che sui post,perchè parto dal presupposto che i post sono e servono a tutti-Anche qualora non si abbiano le stesse identiche idee,alcuni temi post,possono essere abbracciati da tutti i bloggher,per questo spesso evito di citare le fonti,
preferendo citare chi come me ha dei blog e fa dei post nella stessa tematica-
Nella (vana??)speranza che altri bloggher abbraccino la stessa battaglia,senza minimamente tentare di "costringerli" a farlo o di farli sentire costretti a farlo-Sempre nella mia massima espressione di libera liberta' in piena coscenza sociale.

Out Topic:
@Ok Jo' aspetto con ansia il tuo post,chissa' magari avro' anch'io qualche barlume di lucidita' per capire meglio il mondo della celluloide :-)
Sempre convinta che gran parte dei partecipi a tal mondo,siano uomini che donne vivono lo stesso sempre con il detto di Edy Lamarr in mente!
Gabrybabelle

La Mente Persa ha detto...

@Gabry:
Si capiva anche prima ;)
La frase della Lamarr rappresenta di molte dive! ;)

pierprandi ha detto...

Maroni non perde mai l'occasione per aprire bocca a sproposito.... Chiedo scusa a tutti gli immigrati.. A presto

il Russo ha detto...

Maroni invita ad essere cattivi con i clandestini: e se iniziassimo ad esserlo anche coi razzisti?

Prefe ha detto...

eh sì che nel marasma leghista maroni sembra essere il meno peggio.
Siamo messi malissimo.

Alligatore ha detto...

Che rottura di marroni!