giovedì 14 maggio 2009

I calcoli magici di Repubblica




Articolo di Repubblica, 13 maggio 2009



"Dopo le critiche, il governo annuncia la copertura totale della ricostruzione
Credito di imposta e finanziamenti agevolati fino a 150.000 euro per ogni immobile

Terremoto, emendamento al decreto
il contributo per le case sale al 100%

ROMA - Il contributo per la ricostruzione e la riparazione delle case demolite dal terremoto coprirà per intero le spese necessarie. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, il governo corregge il tiro: concederà ai terremotati d'Abruzzo lo stesso trattamento già offerto ai cittadini dell'Umbria o del Friuli anche loro colpiti dal sisma. 

"Solo per alloggi antisismici".  [...] Credito d'imposta e prestiti agevolati. L'emendamento presentato dal governo lascia inalterata l'erogazione dei contributi a fondo perduto che funzionerà "anche con le modalità del credito di imposta e di finanziamenti agevolati". Come dire che sul totale dei 150 mila euro, il contributo statale effettivo sarà al massino di 50 mila euro. Altri 50 mila saranno concessi sotto forma di credito d'imposta (dunque sarà un risparmio su somme da versare in futuro, non una somma incassata oggi da chi ne ha bisogno) e gli ultimi 50 mila saranno erogati attraverso un mutuo agevolato, sempre a carico della famiglia che deve ricostruire, che dunque potrà farlo solo se ha già risparmi pre-esistenti. 

I mutui passano allo Stato. La stesura del nuovo decreto precisa che lo Stato potrà subentrare nei mutui delle persone che hanno subito danni dal terremoto per un importo massimo di 150.000 euro. In cambio l'ipoteca sull'immobile passerà dall'istituto di credito a una finanziaria pubblica." 

Articolo di Repubblica 13 maggio 2009, clicca qui per leggere l'articolo integrale


Reazioni politiche (tentativo di satira):

Gasparri dopo aver letto il decreto sul terremoto ha immediatamente demolito uno dei suoi immobili da ristrutturare, salvo scoprire solo in un secondo momento, attraverso le parole di biasimo del vicino di casa dodicenne, che l'abitazione demolita non si trovava in Abruzzo.
Ghedini, il ciapinista(*) di Arcore, prontamente ha dichiato alla stampa: "pronto un lodo acchiappa fondi per le case fatiscenti dei ministri"
Il Vocabolario Italiano è stato ripetutamente violentato da un Rom che lo minacciava in esperanto per intimarlo a considerare fatiscente anche una casa mancante del semplice requisito chiamato "piscina".

(*) Ciapinista: colui che ripara, incolla, smonta e rimonta ogni cosa mobile o immobile che gli capita sotto tiro. Trattasi, solitamente, di hobby praticato da anziani signori bolognesi


Tvemonti: pare stia ancora rileggendo il decreto legge commuovendosi per l'incredibile giro di parole e fatti intorno alla somma di 50mila euro.
Tvremonti pare sia il favorito per il Razzie Award 2009 alla carriera, anzi alla cavvieva.


La Libertà di Stampa italiana dopo aver letto il titolo di Repubblica e averlo confrontato con il contenuto dell'emendamento, ben leggibile nel medesimo articolo, si è sparata alla testa. 
La Morte, maligna, ha salvato la Libertà di Stampa ricorrendo a uno sciopero non autorizzato. Ora, la Libertà di Stampa italiana è celebrolesa e si diletta a giocare a scacchi con Gasparri.




11 commenti:

progvolution ha detto...

che ce ne facciamo della tristezze della verità se possiamo vivere felici nella gioia universale della propaganda?
Sussurri obliqui

ALEPH ha detto...

Avessi almeno uno straccio di parente in abruzzo, intestavo a lui e finalmente mi compravo la casa a 600 km di distanza.
Cmq, dai facciamo gli equilibrati: questo genere di propaganda c'è sempre stata, con la differenza che oggi in qualche modo si può anche smentire: è già qlc.
Sì lo so, sono in una fase di ottimismo. Pochi gg e il bioritmorognoso mi torna.

il monticiano ha detto...

Queste sono le notizie che mi rallegrano il cuore e...l'anima de li mejo mort...i loro. Boccaccia mia statte zitta.

Ryo ha detto...

Bellissimo post, ma soprattutto bellissimo il tentativo di satira finale, Dio Santo se scrivi bene!!!

Gasparri dove lo metti sta, riuscirebbe a creare contrasto anche di fianco a l'uomo di Similaun

Devo usarlo più spesso anch'io..

Fortissima quella della partita a scacchi. Ricordiamo che Gasparri, dopo aver perso la partita, ha dichiarato che si trattava di uno scacco matto ad orologeria e che ora Al Quaeda sarà più contenta.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Io continuo a non capire. Vabene, danno il 100%, ma quando? Se rimane confermato che i fondi sono scaglionati fino al 2032, e non mi pare che sia stato amentito, allora campa cavallo...
Come faranno con un unico miliardo disponibile a ricostruire in tre anni una percentuale significativa di case? Mistero nero: spero che gli abruzzesi mantengano alta l'attenzione.

La Mente Persa ha detto...

@Prog: usiamole per pensare altrimenti rischiamo di divenire dei tronisti di Maria de Filippi ;)

@Aleph: è sempre esistita sotto i regimi :)

@Monticiano: è una matematica piegata alla logica malata del potere. Voglio espatriare.

@Ryo: grazie :)
Al Quaeda ha avuto pietà di lui, se perdono Gasparri su chi faranno le battute umoristiche?

La Mente Persa ha detto...

@Vincenzo: è il gioco delle tre carte come dice Corrado Guzzanti, solo che sotto quelle carte ci sono gli interessi e il benessere degli italiani.
Noi tutti dobbiamo appoggiare gli abruzzesi.

Punzy ha detto...

insopprimibile voglia di fuggire da questo paese o, in alternativa, di ficcarmi sotto il letto e non uscire piu'

Pierprandi ha detto...

Qui ci sta benissimo un mio...MAI UNA GIOIA... Ciao Gio

La Mente Persa ha detto...

@Punzy: ci sono le lettere a risvegliarti ;)

@Pier: Ciao :)

Ormoled ha detto...

Meno male che c'è la satira finale a tirar un po su i pensieri.
Ciao