mercoledì 22 luglio 2009

Il vuoto



“Senza dubbio noi siamo carne, siamo potenziali carcasse. Ogni volta che mi reco dal macellaio mi stupisco sempre del fatto di non trovarmi lì, al posto dell’animale”
Francis Bacon, pittore


Il vuoto



- E’ questo il sentiero? - chiese al mago la creatura ingenua indicando una piccola stradina marrone incastonata fra le rotondità della montagna.
- Sì, è una possibilità – egli rispose.

La foresta s’innalzava sopra le loro teste con tanti alberi che quando lanciavano un sospiro, esso si perdeva in una rete imaginifica di intrecci sempre diversi, difficilmente convergenti.
Le chiome alte oscuravano il cielo, la creatura per intravedere il sole scivolava con tutto il corpo su un fianco come una pendola e sollevava il peso corporeo sulle punte dei piedini sporgendo il volto alla luce calda della natura.
Lei era gelida, nel pallore delle gote si erano spenti gli abbracci della vita. Un cuore se era esistito non lo sapeva, tanto il battito cardiaco null’altro è che un orologio, tum tum tum, scandisce il tempo, sono gli uomini ad attribuirgli un rilievo. Poi manco si ricordava come suonava il rumore di un cuore!


- Mago Senzanome, prima di lasciarmi, ricordami cos’è un’emozione, nell’oltre non voglio avere freddo -
Il mago la scrutò basito prima di rispondere dolcemente:
- E’ impatto. Scuote lo spirito dall’indolenza, una sferzata di energia agli arti addormentati dalla monotonia. Gli uomini tengono stretti i ricordi per inebriarsi, ancora e ancora, nel trasporto di forti emozioni arrivando a rimpiangerle. Sai, alcuni si ammalano talmente tanto di nostalgia da tramutare il corpo in vetro, una gabbia fragile, trasparente agli occhi, limitante negli attimi veri del presente. -

- E’ pallida come me? Dico, la nostalgia… -
- È una fotografia color seppia, immobile, persa. Pretendiamo di animarla addobbandola a nostro piacimento, nemmeno ci accontentiamo di conservarla per ciò che era. -
- Tu ne hai mai sofferto? -
- Un tempo mi alzavo ripensando allo ieri. Ora non ricordo neppure il mio nome. Sono libero dalla memoria del passato. -
- Non è triste, scoraggiante, esistere senza ricordi? -
- Non è amaro il rimpianto? -

La creatura prese un sassolino del sentiero in mano, nello sceglierlo cercò quello più candido, senza venature grigiastre.
- Se ti regalo questa pietra, domani, toccandola, ti rammenterai di me? -
- Se mi insegnerai qualcosa conserverò un apprendimento. La tua trasparente fisicità, mi spiace, non lascerà traccia nel mio pensiero. -
Il sasso cadde dalle sue mani di getto, senza dolore, tanto tutto le era lontano. Le onde di un mare vecchio centocinquant’anni trascinavano al largo ogni emozione.



Il mago magnanimo cinse il braccio del fantasma e iniziò a scortarla lungo il sentiero.
- Voglio farti un regalo, tieni questa conchiglia. E’ magica: se l’ascolti senti qualsiasi rumore tu desideri. -
- E’ un talismano? -
- Sì. La paura arriva per tutti ed è una pessima compagna. Ti occorre un appiglio. -

La creatura prese la conchiglia, diede le spalle al mago cercando un po’ di intimità.
Appoggiò sul talismano quello che una volta era un orecchio, chiuse gli occhi e ascoltò titubante.
Incredibile, lo risentiva, era vitale, sanguigno, forte come un tamburo, era il battito del cuore, il motore assoluto!
Sorrise senza schiudere le palpebre che la magia richiede concentrazione.



- Esiste la fine al termine del sentiero?- lei chiese voltandosi verso Senzanome.
Il mago non c’era più e lei era cosciente di non essere neppure un fantasma tra i riflessi del suo domani.
Strinse forte al petto la piccola emozione racchiusa nella conchiglia, le dava coraggio per cercare il Nuovo.







Testo e traduzione QUI

16 commenti:

il monticiano ha detto...

Tu pensi che sia una favola?
Io credo che sia oltre.
Bluebird è una bellissima poesia e il tuo post è molto ma molto bello.
Il quadro di Bacon è un po' impressionante o io non so osservare bene?

Alligatore ha detto...

Hai vinto la sfida Gio'. Ora mi porto a letto quel libro di Buk. Vediamo se vedrò il bluebird...

La Mente Persa ha detto...

@Monticiano: grazie, troppo gentile, si fa quel che si può ^^
Bacon mi piace moltissimo, mi ricorda gli istinti animali che risiedono in ognuno di noi.

@Alligatore: mica rubarmi il bluebird eh? :)

ALEPH ha detto...

Temo che il mio sia già scappato.
E non incontro nemmeno mai un mago magnanimo.

Matteo ha detto...

La tua prosa è molto bella, complimenti.

ALEPH ha detto...

E questa??????
http://www.green-acres.com/it/properties/288a-1733.htm ( 'solo' 95! lago compreso! )

Ma se proprio ci dobbiamo indebitare :
http://www.green-acres.com/it/properties/19443.htm

Comnque quando vado guardo sempre le agenzie e lì sul posto si risparmia parecchio...eh , ne ho adocchiate parecchie! Bacio

Vincenzo Cucinotta ha detto...

C'è qualcosa di magico in questa storia, da leggere e da ripensare con calma :)

giardigno65 ha detto...

ma esiste il NUOVO ?

Riccardo Uccheddu ha detto...

Una grande emozione, per me, sentire la voce di Bukowski: uno dei miei scrittori preferiti e nonostante certi riducano le sue storie solo agli elementi dell'alcol e del sesso (2 realtà comunque molto interessanti, oltre che piacevoli) penso che lui sia stato un vero poeta.
A proposito poi di poesia: leggeva davvero bene! La sua voce era molto espressiva e musicale, leggeva, anzi RECITAVA creando una forte simbiosi tra sè ed i versi...
Il post, però lo commenterò un'altra volta, ok? Stasera ho poco tempo e non voglio scrivere scemenze; almeno, non più del solito!
P.s: fammi sapere del concerto di Bruce!
Ciao!

Alligatore ha detto...

Ma scherzi, il Bluebird si condivide ... come tutte le cose belle.

il cuoco ha detto...

Era la favola della nostra vita...
Cosa ci puo restare se non il cuore quando tutte le speranze sono sparite?
E sarà sempre e solo il battito del cuore che ci farà reagire e rialzare da qualsiasi brutta situazione.
Ciao

La Mente Persa ha detto...

@Matteo: grazie

@Aleph: il lago compreso è uno sballo, per quella casa si può stare senza mago :)

La Mente Persa ha detto...

@Vincenzo: spunti di riflessione ;)

@Giardigno65: si, se lo sappiamo trovare... forse.

@Riccardo: concerto magnifico, ora ho mooolto sonno ma appena riesco farò un post :)

@Alligatore: una nuova droga, il Bluebird :)

@Il cuoco: speriamo di reagire, attualmente mi sembra tutto fermo, apatico. Un mega salutone

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Un finale davvero commovente dentro una fiaba che accende ad ogni passo sensazioni e riflessioni profonde. E la poesia di Bukowski stupenda.

Ormoled ha detto...

La storia ha dentro una gran emozione, o almeno mi ha dato una gran emozione, e anche dei buoni spunti su cui pensare, a me piacciono un sacco le storie così.

Bukowski, sto finendo in questi giorni un suo libro, è tanto personaggio quanto pieno di cose sagge. La poesia, bella.

Il quadro lo trovo un po inquietante, ma credo che non l'ho capito a pieno, anzi di solito non capisco mai bene i quadri.
Certo che sei propio completa artisticamente.
Un salutone, Ciao.

La Mente Persa ha detto...

@Daniele: grazie mille

@Ormoled: Bacon ha una natura inquietante, mi piace moltissimo.
Continua a leggere Buk, libro dopo libro, merita :)
Un giorno scapperà un post su Bacon ;)