martedì 30 novembre 2010

Vacca boia!

Bravi, siete riusciti a spegnere il sole di Monicelli.
L'avete fatto votando i nazisti (i ricordi della guerra bruciano per chi c'è stato), facendo gli ignavi davanti a tizi come Emilio Fede, favoreggiando il clientelismo politico e lavorativo.
Continuate a fregarvene, siete incomprensibili, senza vergogna e senza giustificazioni.


10 commenti:

Luz ha detto...

Dire che siamo rimasti male per la conclusione tragica di una vita tanto preziosa è davvero poco. Non voglio pensare a quel volo d'angelo, preferisco ricordare quando lo incontravo per il rione Monti, nel suo cappottino nero o al bar dove leggeva il giornale, alzando di tanto in tanto lo sguardo, come per timore di essere disturbato, in quella Roma che gli invidiavo perché è il posto dove vorrei ci fosse la mia casa di romana nostalgica.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Stavolta non sono d'accordo con te, questo suicidio fatto non con le modalità dell'eutanasia, ma col mezzo più diretto e violento conferma appieno la grandezza dell'uomo Monicelli. Altro che episodio finale da mettere tra parentesi, nessun sole si è spento, scegliere di morire anche senza l'ausilio di altri, è in fondo l'affermazione più piena della propria dimensione di libertà, di essere in grado di compiere fino in fondo le scelte più drastiche ed irreversibili. Questo atto ha in sè un contenuto esemplare potenzialmente rivoluzionario, in un mondo in cui vecchi di ogni tipo pretendono di prolungare con ogni mezzo e in qualsiasi condizione la loro misera vita, tentando magari sino all'ultimo di compiere le loro meschine malvagità.

La Mente Persa ha detto...

@Luz: ricordiamoci le sue parole, tutte; dalle prime battute delle sue commedie sino alle ultime frasi che ci ha lasciato a Rai per una Notte.

La Mente Persa ha detto...

@Vincenzo: ti devo dare ragione.
La rabbia verso una situazione di declino, più volte sottolineata dallo stesso Monicelli, mi ha impedito di parlare del gesto rivoluzionario di questo grande artista libero.

La perdita ferisce, il suo coraggio fortifica.

progvolution ha detto...

"Lode a Mishima e a Majakovskij..."

Alligatore ha detto...

Hai messo forse il mio suo film preferito (e non solo suo), uno dei migliori del storia del Cinema. Io lo ricordo in due occasioni: al festival di Venezia (era giurato) e ad un piccolo festival della mia città. Pioveva, aveva il manifesto sotto al braccio, come me.

La Mente Persa ha detto...

@Prog: lode al coraggio che pochi comprendono e troppi criticano.

La Mente Persa ha detto...

@Ally: io non l'ho mai incontrato di persona ma la sua poetica mi ha raccontato quanto bastava della sua anima.

Manfredi ha detto...

Non c'entra nulla ma... stai migrando su wordpress?

Manfredi

La Mente Persa ha detto...

@Manfredi: sì, lo farò appena recupererò un pò di pazienza :)
Ne guadagno in qualità